Marco Chiantello DO MROI
Marco Chiantello DO MROI

Per appuntamenti e informazioni 02 8496 9939

e-mail m.chiant@gmail.com

Reflusso gastro-esofageo e l'aiuto dall'Osteopatia

La sindrome da reflusso gastro-esofageo è un fastidioso disturbo caratterizzato da rigurgito e dalla sensazione di bruciore retrosternale, che a volte si irradia al collo o tra le scapole. A volte si manifesta in modo più subdolo: per esempio con difficoltà o dolore alla deglutizione, con laringiti e faringiti ricorrenti, tosse, raucedine, dolori al petto.


E' necessario comprendere i sintomi per intercettare con il maggior anticipo possibile la problematica. Dopo una valutazione del gastroenterologo è possibile trattare la sindrome da reflusso gastro-esofageo anche dal punto di vista osteopatico. Perchè il nostro passaggio gastro-esofageo, ad un certo punto non “tiene “più, permettendo una risalita del contenuto dello stomaco in esofago?


Le ragioni possono essere molteplici, a partire dalle più ovvie, tra cui l'abuso di alimenti come il caffè, le bevande gassate... Si parla di perdita di tono dello sfintere gastro-esofageo, di rallentamento della fase di svuotamento dello stomaco...

L'osteopata considera che lo sfintere gastro-esofageo funziona bene se il diaframma e la gabbia toracica si comportano correttamente. Inoltre è di cruciale importanza un certo “spazio” tra il cardias (punto di passaggio tra stomaco ed esofago) e lo sfintere gastro-esofageo (parte del diaframma). A quel livello un delicato gioco di pressioni favorisce la tenuta e se il cardias, per varie ragioni si trova troppo addossato allo sfintere, il sistema inizia a funzionare male.

 

I nostri organi interni posseggono una loro mobilità, essenziale per la corretta funzionalità. Le ragioni per cui il diaframma, lo stomaco e il cardias iniziano a perdere mobilità possono essere diverse: ragioni professionali (posizioni di lavoro che favoriscono la flessione della colonna dorsale), traumatiche (un intervento chirurgico per esempio o un trauma diretto o anche in altre parti del corpo), ragioni alimentari ed anche emotive.


L’osteopata ha la necessaria competenza per analizzare le perdite di mobilità sia localmente (stomaco cardias e diaframma) sia a livello generale, strutturale (per esempio la mobilità della colonna dorsale, cervicale o delle coste).

Dopo aver stabilito le priorità, il trattamento osteopatico, specialmente in ambito viscerale, diventa il valore aggiunto nel recupero della funzionalità dello sfintere gastro-esofageo e del cardias oltre che nella riduzione del sintomo.


Non si tratta di spostare visceri o cose fantasiose. Attraverso alcune tecniche basate su dolci pressioni in alcune regioni dell’addome, si riescono a rilasciare tensioni sulla muscolatura liscia di cui molti organi interni sono costituiti. In tal modo si riesce a rendere una data regione più omogenea e più portata ad una corretta fisiologia.

Professione

Osteopatia

Sono Osteopata! Inutile dirlo, è la mia passione, aiutare le persone a riconciliarsi con la salute. Un lavoro che mi appaga e mi appassiona, lo faccio ormai da circa 18 anni, semplicemente, usando le mani, la testa e il cuore. Uno dei miei mentori, Rollin Becker, diceva “life in motion”…la vita in movimento, un continuo respirare del corpo, dei suoi tessuti, delle sue cellule, la vita in ogni respiro.

Formazione

Insegno osteopatia e organizzo corsi Post Graduate. L'insegnamento è nato in parallelo alla mia vita da osteopata, un po’ per vocazione, un po’ per passione, anni fa ero un insegnante di judo…. Ormai da 18 anni assisto e fornisco il mio contributo a nuove generazioni di osteopati che nel corso degli anni condividono al mia stessa scelta di vita.

Informazioni

OSTEOPATA dal 2002, iscritto al Registo degli Osteopati d’Italia (ROI), FISIOTERAPISTA dal 1995, ho collaborato per 4 anni con la Federazione Italiana Di Atletica Leggera (FIDAL), DOCENTE di osteopatia per 15 anni circa in scuole riconosciute dal ROI, ho insegnato al Master di Riabilitazione Sportiva e Rieducazione del Gesto Atletico.

Per appuntamenti e informazioni 

02 8496 9939

m.chiant@gmail.com

Ricevo a:

Milano

Sede centrale

Advanced Osteopathy Clinic

Via San Siro 7

 

Pavia

Presso RemiseenForme Center

Via Montebello d.B. 4

 

Somma Lombardo (VA)

Presso Studio O2 Osteopatia Somma

Via Vignola 30

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito

© Marco Chiantello - Via S.Agata 2/A 27010 Roncaro PV - Osteopata iscritto al Registro degli Osteopati d'Italia numero tessera 497 - Fisioterapista iscritto all'albo TSRM dal 19/11/2019 numero tessera 486 - Professionista ai sensi della legge n. 4 del 14 gennaio 2013